6 tasse fanno e non lo fanno per i liberi professionisti

6 tasse fanno e non lo fanno per i liberi professionisti

Nulla è certo tranne la morte e le tasse e se sei un libero professionista o un proprietario di piccole imprese, la gestione degli aspetti relativi alle tasse del tuo trambusto può essere sbalorditivo, soprattutto se vieni da un lavoro di lavoro aziendale.

"Quando lavori per qualcun altro, pagano la metà della tua previdenza sociale e le tasse Medicare per te e trattengono l'altra metà dal tuo assegno e lo inviano a zio Sam per te", afferma CPA Douglas Reiling di Oelerich & Associates. “Quando sei un lavoratore autonomo, sei sia il datore di lavoro che il dipendente, quindi paghi entrambi i metà tu stesso."

È fondamentale pianificare in modo appropriato le tasse sul lavoro autonomo. (Ho imparato questa lezione nel modo più duro quando ho ricevuto una fattura da $ 1.000 l'anno scorso a causa di un paio di piccoli errori!) Di seguito sono riportati sei suggerimenti che tutti i liberi professionisti dovrebbero tenere a mente quando si tratta di preparazione fiscale.

Tieni traccia delle tue spese.

Quando sei assorbito nell'inseguimento dei tuoi sogni, è facile dimenticare di tenere i record accurati e accurati, ma gli audit di piccole imprese sono un modo semplice per l'IRS di fare un rapido dollaro.

Come libero professionista, ogni dollaro che conta come reddito deve essere segnalato, anche denaro.

La tua migliore linea di difesa è rimanere organizzati. Conservare un registro di tutte le spese commerciali per l'anno con totali per categoria e le ricevute per sostenere tutto. Ricorda che l'IRS suggerisce anche di tenere i record per almeno tre anni.

Resisti all'impulso di fare affidamento sulla tua memoria o "fallo più tardi."Invece, imposta gli avvisi del calendario per ricordare a te stesso di tenere traccia delle spese al giorno, alla settimana o al mese in modo da poter rimanere in cima ai dettagli. Se non sei sicuro, tieni la ricevuta e chiedi al tuo preparatore fiscale; Meglio sbagliare sul lato della documentazione per evitare di essere a rischio di detrazioni non consentite.

Non mancare di segnalare tutte le tue entrate.

Come libero professionista, ogni dollaro che conta come reddito deve essere segnalato, anche denaro. Quando hai un concerto con tutti i contanti, può essere molto allettante mettere i soldi in tasca e dimenticarlo quando il tempo fiscale rotola.

Tuttavia, questo è tecnicamente illegale. "La legge dice che tutto il tuo reddito è tassabile, anche se non è molto, anche se non è segnalato all'IRS, anche se non sembra giusto", afferma Reiling.

Pianifica in anticipo per i pagamenti.

Che tu paghi trimestrale o annuale, è intelligente aprire un conto di risparmio per aiutarti con i pagamenti fiscali. Gli importi variano, ma un CPA può guardare il tuo reddito freelance sul campo da baseball e aiutarti a creare alcune linee guida generali per iniziare. Il sito Web IRS ha anche uno strumento di stima utile.

Ho due trambusto laterale Yoga e scrittura e ho messo da parte il 30 percento di ogni stipendio freelance. Questo approccio è generoso, ma mi dà tranquillità; So che sarò in grado di pagare le tasse quando arriverà il tempo. Scegli una percentuale che funzioni per te e utilizza un servizio automatizzato per spostare quel numero di dollari sul tuo conto di risparmio a settimana o mese.

Non perdere i risparmi facili.

Potresti avere diritto a una serie di altre detrazioni oltre alle spese in contanti effettive pagate. Utilizzando il tuo veicolo personale per affari? Potresti prendere $ 0.54 per miglio di distanza dal tuo reddito. Avere un ufficio a casa? Potresti essere in grado di detrarre $ 5 per piede quadrato alla prossima dichiarazione dei redditi. Inoltre, i contributi pensionistici spesso si qualificano come detrazioni, come la pensione dei dipendenti semplificati, l'IRA semplice e 401 (k) s.

Il codice fiscale è pieno di modi fantastici per risparmiare denaro e cattive lacci per gli inconsapevoli.

E per alcune professioni, le indennità di detrazione cambiano anno in anno, quindi assicurati di rimanere educati su ciò che è permesso e cosa no. Se non sei sicuro di cosa puoi detrarre, chiedi al tuo preparatore fiscale.

Pagare trimestrale.

Se il tuo unico mezzo di reddito proviene dal freelance, dovresti pianificare di effettuare pagamenti fiscali ogni aprile, giugno, settembre e gennaio. Poiché i lavoratori autonomi non hanno un datore di lavoro che ne trattono le tasse dai loro buste paga e li inviano all'IRS, sono tenuti a stimare le loro tasse ogni anno e inviare un trimestre di tale importo, hai indovinato, ogni trimestre. Puoi utilizzare il sito Web IRS per calcolare quanto potresti dover pagare.

C'è un'eccezione: quelli con un lavoro diurno che freelance di notte potrebbe voler pagare ogni anno anziché trimestrale. "Se ricevi ancora un W-2 da un lavoro durante il freelance sul lato, la ritenuta fiscale dal tuo W-2 potrebbe impedirti di pagare le penalità in ritardo", consiglia Nick Foster, un CPA a Des Moines, Iowa.

Trova un consulente di cui ti puoi fidare.

La maggior parte dei CPA non raccomanda un collegamento quando si tratta di tasse, in particolare per i lavoratori autonomi. Nella mia esperienza, il modo migliore per trovare un CPA è chiedere a familiari e amici consigli personali. Un'altra grande opzione è quella di raggiungere altri liberi professionisti, in particolare nel tuo campo di interesse, per scoprire chi usano e perché. Anche Google è sempre un'opzione, ma se segui questa strada, potresti voler impostare una telefonata introduttiva o una riunione per assicurarti che la relazione sia adatta.

"Non confondere i cinque minuti che hai trascorso a cercare una risposta su Google con l'educazione formale, lo studio in corso e l'esperienza che ci vuole per essere un CPA", afferma Reiling. “Il codice fiscale è pieno di modi fantastici per risparmiare denaro e cattive lacci per gli incati. Proprio come sei appassionato di ciò che fai come libero professionista, ci sono persone che amano conoscere e conoscere tutti i dettagli del sistema fiscale. Lascia che ti aiutino!"

Le tue informazioni finanziarie sono sensibili, riservate e forse anche emotivamente cariche, quindi non aver paura di prenderti il ​​tuo tempo. Scegli un consulente fiscale la cui personalità e stile di lavoro si adattano alle tue preferenze e la cui esperienza fiscale soddisfa direttamente le tue esigenze.

Quali sono i migliori consigli fiscali che hai ricevuto come libero professionista o proprietario di piccole imprese?