6 cose che ho imparato dall'avere di nuovo un compagno di stanza

6 cose che ho imparato dall'avere di nuovo un compagno di stanza

Poco più di due anni fa, ho scritto della mia esperienza vivendo da solo per la prima volta. In esso, ho discusso delle lezioni apprese mentre vivevo da solo: dal glorioso codice di abbigliamento "vivente da solo" (niente pantaloni, nessun problema) alla nuova, cattiva abitudine di parlare con me stesso. E per circa due anni (e un po 'di cambiamento) tutte queste cose sono state vere. Ho abbracciato pienamente la mia introversa, mi è piaciuto preparare i pasti per me stesso e mi è piaciuto non dover combattere per il telecomando con qualcuno a cui piacciono gli spettacoli su Bravo. Ma poi, lo scorso autunno, è successo l'impensabile: ho avuto di nuovo un compagno di stanza.

Ad essere onesti, era mia sorella, quindi sembra che non conta completamente, ma c'era sicuramente un altro essere umano sotto il mio tetto e vivere nella stanza degli ospiti. Dopo essersi appena trasferita a Chicago da Manhattan, mia sorella mi ha staccato per alcuni mesi mentre ha inchiodato un lavoro e ha seduto tutto. Questo è stato otto mesi fa. Quindi, chiaramente qualcosa funziona, giusto?

Pensavo che avrei potuto anche condividere alcune delle cose che ho imparato da quando ho fatto il "tragitto inverso" delle situazioni viventi. (E se li scrivo per sempre? Come "lezioni imparate dal trasferimento con il mio ragazzo" e poi "lezioni imparate dal vivere con un bambino" e alla fine, "lezioni imparate dal vivere in una casa di cura"? Si può sperare, giusto?)

Ok, eccoli qui:

1. C'è una curva di apprendimento reale e intensa.

Penso di aver sottovalutato l'acclimatazione che ci sarebbe voluto per avere qualcun altro in giro quando ero abituato a essere solo io.

Dato che sono una persona estrema (non che salta la scogliera, solo "vai alla grande o vai a casa", ho deciso di ottenere un cucciolo qualche settimana dopo che mia sorella si è trasferita con me. Quindi, per rivedere, sono passato dall'essere un fuorilegge senza pantaloni e senza programma a condividere improvvisamente lo spazio con un altro essere umano per molte ore del giorno ed essendo in balia di una palla di pelliccia indifesa da sei libbre. Ma a parte il cucciolo, penso di aver sottovalutato l'acclimatazione che ci vorrebbe avere qualcun altro in giro quando ero abituato a essere solo io. Per combattere la mia improvvisa sensazione di travolgimento, ho fatto molte passeggiate (e sì, questo era molto legato al nuovo cucciolo). Ho anche iniziato a lavorare di più dalle caffetterie (al contrario del mio tavolo da cucina) e ho intenzionalmente scolpito nuovi spazi e tempi per il tempo da solo.

2. Ho troppe cose.

Le settimane che precedono Meredith si trasferiscono qui, ho trascorso molto tempo a capire come fare spazio per lei. Ho usato la camera degli ospiti come una specie di overflow. Sotto il letto, nell'armadio ... ho tenuto vecchi libri o il materasso d'aria o opere d'arte senza mughe. Lo stesso vale per il bagno e la dispensa. All'inizio ero tipo "Non c'è spazio. Scusa, ugh!!!"E poi ero tipo" Cresci, sé."Ho alzato alcune melodie e ho trascorso sei ore un giorno, no, se la merda fuori da casa mia. Quando avevo finito avevo così tanto spazio per lei e mi sentivo libero da disordine e sciocchezze.

3. ho bisogno di rilassarmi.

Avere un compagno di stanza dopo anni di vita da solo mette davvero in evidenza tutte le stranezze e i dettagli che hai che non hai notato prima.

Avere un compagno di stanza dopo anni di vita da solo mette davvero in evidenza tutte le stranezze e i dettagli che forse non hai notato.

Mi sono reso conto di quanto mi sarei infastidito se i cuscini del divano fossero incasinati, o se gli armadi non fossero come ero abituato. Ero ambientato per i miei modi e non è dove va il latte!

Ascolta, so che sembro un maniaco, ma penso che quando vivi da solo non ti rendi nemmeno conto che ti piacciono le cose in un certo modo perché, beh, sei per lo più l'unico a scherzare le cose. Ricordo che un adulto una volta mi diceva fuori dal college per non vivere mai da solo o sarei impossibile convivere un giorno (penso che si riferissero al mio futuro marito), e mentre non sono d'accordo con quello, lo faccio Pensa che un vantaggio di avere compagni di stanza sia un modo per osservare le tue abitudini e lavorare per essere più flessibile (qualcosa che è buono per tutti noi, duh).

4. Non tutti i coinquilini sono creati uguali.

Mia sorella Mer è un sommelier e quindi le sue ore di lavoro sono intense. Ma da quando lavoro da casa, questo è stato il fattore più grande del nostro successo da Roomies. Di solito è sparita per pezzi di 12 ore alla volta, quindi ho ancora una tonnellata di spazio, libertà e solo tempo che ho avuto quando ho vissuto da solo. Sarei morto mille morti se vivessi con qualcuno che lavorava anche da casa. O qualcuno che ha avuto amici per tutto il tempo (ew, persone! Stavo solo scherzando. Sorta.). Ma quello che sto dicendo è che è ancora spesso pantaloni opzionali e dannatamente, è importante per la mia qualità di vita.

5. È divertente avere un amico incorporato.

Questo, ovviamente, presuppone che tu sia amici di ritrovo con il tuo compagno di stanza (che so non è qualcosa che tutti vogliono), ma un vantaggio inaspettato per me di avere di nuovo un compagno di stanza è stata la spontaneità e la comodità di scatenarsi per un drink o qualche altra attività divertente. È anche bello che il mio cucciolo abbia un'altra persona da amare quando non ci sono.

6. I confini e la comunicazione sono importanti.

Avere di nuovo un compagno di stanza mi ha anche insegnato a sfruttare meglio ciò di cui ho bisogno e come comunicarlo. Mer e io non abbiamo mai nemmeno avuto un combattimento scoppio (e noi siamo sorelle!) Perché abbiamo fatto un buon lavoro nel discutere ciò che funziona e ciò che vogliamo/abbiamo bisogno. (Qualcuno dice al mio futuro marito che sono davvero bravo con cui vivere ora.)

Alla fine della giornata, questa è probabilmente solo una stagione. Meredith alla fine vorrà il suo posto, e probabilmente sarò pronto a vivere da solo presto. Ma è stata un'esperienza di apprendimento davvero fantastica e ne sono grato. (Nota: pantaloni scritti al tavolo della cucina, pochi minuti dopo che mia sorella è partita per lavoro.)