Accessori di vino essenziali per l'amante del vino

Accessori di vino essenziali per l'amante del vino

Da quel primo pop del sughero all'ultimo sorso assaporato, il vino ha il suo modo di levigare i punti ruvidi e accentuare il bene. È l'aggiunta perfetta alla pizza rimanente o goduta a lume di candela con risotto e costolette, ma ciò non significa che non possa ancora essere un po 'intimidatorio.

Dove tenerlo? A quale temperatura? Dovremmo aerarci? Salta gli steli?

I nostri amici di Kendall-Jackson ci hanno fatto conoscere Emily Papach, una maestro sommelier con la famiglia di vini Kendall-Jackson, per questo motivo esattamente. Volevamo conoscere tutti i DOS e non per conservare, servire e goderci una delle nostre bevande preferite e stiamo condividendo le nostre nuove conoscenze (più il consiglio di Emily) di seguito.

Memorizzando il tuo vino

Secondo Emily, pensare a come conservare il vino dovrebbe prima includere i pensieri del tempo. Per quanto tempo conserverete il tuo vino prima di aprirlo effettivamente?

"C'è un po 'di aria che rimane tra il tappo e il vino stesso", spiega Emily, "e quindi quando si tiene il vino dalla sua parte, tieni il tappo in contatto con il liquido e quindi il tappo non si asciuga fuori."Se stai pensando allo stoccaggio del vino a lungo termine, sia per il rosso che per il bianco, questo è importante. Questo è ciò che aiuterà a proteggere l'integrità del vino nel corso del tempo. Emily aggiunge: "Se stai acquistando vino da bere nel corso del prossimo mese o anche l'anno prossimo, non è così importante posare il vino al suo fianco."Questo non si applica davvero ai vini con tappi a vite. Conservali comunque che desideri, purché eviti la luce e i grandi turni di temperatura.

Ciò che è importante, allora? Temperatura. Trovare uno spazio che non riceve molta luce e che mantiene una temperatura costante tutto l'anno è l'ideale. Emily spiega: “La regola generale [è quella di immagazzinare rosso, bianco e rosé] a 50 gradi Fahrenheit. Alcuni sistemi di refrigerazione del vino consentiranno due diverse zone. Se è così, il rosso sarà più caldo di cinque gradi del bianco. Ma ancora una volta, dipende solo dal tuo sistema di archiviazione."

E se, come la maggior parte, non hai un frigorifero? Non preoccuparti. Emily è veloce da aggiungere: “Vivo in un piccolo appartamento. Non ho mai avuto un sistema di refrigerazione del vino, quindi ho un piccolo armadio sotto la mia scala che è buio e mantiene una temperatura costante tutto l'anno."

Un'altra idea? "Gli scantinati tendono ad essere freschi tutto l'anno", suggerisce Emily, "cerca di evitare grandi fluttuazioni della temperatura. In un mobile vicino a un'unità di riscaldamento, come un forno, non è l'ideale."

Preparare il tuo vino 

Per ottenere il massimo da qualsiasi bicchiere di vino, hai bisogno di aria, motivo per cui molti scelgono di decantare o arare le loro bottiglie prima di bere.

"Fondamentalmente, quello che stai facendo è incorporare l'aria nel vino per aprire gli aromatici", spiega Emily, "i rossi che hanno tannini più alti tendono a beneficiare di aerazione, mentre i vini che sono corpi più leggeri, come un pinot noir , non ho bisogno di tanto. Sono più facili da bere direttamente dalla bottiglia."

Lo stesso vale per i bianchi; Più pieno il bianco, più beneficia di aerazione o di aprire. Emily continua: “Ad esempio, se hai un giovane Chardonnay dalla Borgogna o dalla California, potrebbe essere qualcosa che scegli di decantare per lasciarlo aprire e respirare un po '. Ma qualcosa di molto nitido e leggero, come un gris pinot, non dovresti arare prima di bere."

Quando è pronta per il puro, Emily sottolinea che un decanter rotondo è il migliore per il vino. "Tendi a vedere i decantatori quadrati di più per gli spiriti", spiega, "e questo ha più a che fare con la presentazione su un mobile per liquori. Per la funzione quotidiana, i decantatori per il vino sono una forma rotonda."

E alcune varietà di vino conservano meglio se decantate rispetto ad altri. Lo zucchero è un ottimo conservante, il vino così più dolce avrà una durata più lunga di quelli più nitidi e più asciutti.

"Scopri che le tue più grandi miscele di tannino, come i tuoi Cabernets e i tuoi Reds a base di Cabernet, Nebbiolo ... quelli che hanno un alto contenuto di tannino hanno una durata più lunga", condivide Emily, "e quelli sono gli stessi vini che mantengono anche più a lungo in un decanter."

Continua in dettaglio che più giovane è il vino, meglio si riporterà. "Se stai per decantare un vino davvero vecchio", dice Emily, "vorresti consumarlo subito dopo aver decantato. Ma se hai un Cabernet California appena rilasciato che è attuale vintage, potresti voler decantarlo parecchie ore prima di consumarlo."

Che dire di quegli aeratori in bottiglia? "Personalmente, non uso mai un aeratore", ammette Emily, "Decantare si prenderà cura della necessità di aerarmi ... per me [se decantare o usare un aeratore in bottiglia] dipende davvero da quanto vino vuoi bere."

Se sei divertente e hai intenzione di consumare un'intera bottiglia, Emily suggerisce che probabilmente il decanter è il migliore. "Se stai solo aprendo una bottiglia per avere un bicchiere e pensi che trarrebbe beneficio dall'aerazione, allora è allora che avrebbe senso avere un aeratore in bottiglia", dice, "allora conserviamo comunque l'integrità di la bottiglia rimanente."

C'è un punto debole per la quantità di tempo che decantiamo? Emily dice di no. “Penso che parte del fascino del bere al vino sia assaggiare le differenze tra quando si versano per la prima volta e poi mentre il vino si evolve nel bicchiere. E questo vale per se decantare o versare direttamente dalla bottiglia o utilizzare un sistema di aerazione in bottiglia. Tendo ad essere meno paziente, quindi non appena verserò il bicchiere di vino, voglio berlo. [Ride.] Non ho necessariamente un lasso di tempo ideale per aerazione e poi bere."

Simile all'aerazione, la temperatura alla quale viene servito il vino ha anche molto a che fare con le sue note e il gusto. Emily spiega: “Gli aromatici e i sapori sono soppressi il vino più freddo, e quindi la tipica regola empirica sarebbe mentre si passa da un vino leggero e croccante fino a un vino più corposo, aumenti la temperatura a che lo servi. Quindi, quando pensi al tuo Pinot Gris o Sauvignon Blancs, quelli in genere tendono ad essere serviti più freddi di uno Chardonnay della California."

Eppure, quando si tratta della differenza tra l'uso di un refrigeratore in marmo o la mela un bianco o un rosé sul ghiaccio, Emily è piuttosto indulgente. "Penso che tutto torni a come ti piace bere il tuo vino", dice, "se ti piace bere Chardonnay freddo, allora è così che dovresti berlo. Un refrigeratore di marmo è ottimo per mantenere fresco il vino bianco, ma se ti piace bere il tuo vino bianco freddo, poi vai avanti e mettilo sul ghiaccio."

Ribade: “Per me, il vino è tutto incentrato sul piacere e non sarà piacevole se non lo bevi come ti piacerebbe berlo. Quindi, mentre qualcuno potrebbe dire che la temperatura ottimale per bere vino è di 50 gradi, se ti piace bere vino bianco a 40 gradi, dovresti in ogni modo, dovresti."

Servire il tuo vino

Qualsiasi corridoio staminale è sicuro di sopraffare il bevitore di vini per principianti (o addirittura avanzati), ed Emily è altrettanto veloce a calmare le nostre paure qui.

"Ci sono molte opzioni là fuori per STEMWare e penso che venga troppo complicata", dice, osservando che la considerazione principale per il vetro non dovrebbe essere ciò che pensiamo di aver bisogno, ma in realtà ciò che il nostro spazio detta e il modo in cui vogliamo per lavare: a mano o tramite lavastoviglie?

Emily sottolinea che molti occhiali speciali, come Sommelier Series o Grand Cru, hanno più a che fare con le dimensioni effettive dello staminal, non la forma, e questi non si adattano a una lavastoviglie standard. Sapere quanto sono alti gli scaffali nei tuoi armadie.

Oltre a ciò, Emily divide STEMWare in quattro gruppi di base:

  • Bicchieri di vino bianco: Un bicchiere con una ciotola più piccola che viene utilizzata per bianchi croccanti e leggeri. Meglio per Sauvignon Blanc, Riesling, Pinot Gris e Rosé.
  • Occhiali bordeaux: Un bicchiere con una base più spessa e una ciotola più robusta che si assottiglia in un top sciolto, creando più superficie per aiutare a arare un vino corto più pieno. Meglio per Pinot Nero e Chardonnay.
  • Occhiali Bordeaux: Un bicchiere con una forma di ciotola più grande, ma invece di una parte superiore affusolata rimane aperto in modo che il diametro del vetro sia lo stesso nella parte superiore come lo è alla base, aiutando di nuovo in aerazione. Meglio per le varietà di uva Bordeaux di Cabernet Sauvignon, Merlot, Malbec e Classic Bordeaux.
  • Flauti di champagne: Un bicchiere con una forma scanalata. Meglio per lo champagne.

E il pensiero di Emily su bicchieri senza stelo? "Non mi piacciono le vetreria senza stelo", dice, "se tornerò a casa dal lavoro e metterò una bottiglia per chiudersi per il giorno, non ho problemi a usare STEMless."Tuttavia, chiarisce dicendo:" Ma se ho appena speso $ 200 in una bottiglia di rosso e mi divertirò durante una cena di anniversario, è probabile che lo decanterò e lo metterò in un bicchiere con uno stelo. Dovrebbe essere preso un po 'più seriamente, e lo tratterei come tale."

Infine, il formaggio è davvero il miglior antipasto da abbinare al vino?

Si scopre, sì. Anche questo ha uno scopo. "Un abbinamento universale con il vino sarebbe [sempre] formaggio, perché il formaggio ha grasso, sale e vino, ovviamente, ha acido", afferma Emily. “Quindi quando hai grasso al palato e poi acido al palato, è un'esperienza molto piacevole."

Per quanto riguarda i formaggi e i vini specifici da servire insieme, Emily è pronta con suggerimenti.

"Per il Kendall-Jackson Avant Sauvignon Blanc, penso che il formaggio di capra o la Chevre fresca sarebbero un fantastico abbinamento di vini", condivide, "e con il kj-avant chardonnay, penso che un formaggio maturato morbido o un formaggio di scorza lavata, qualcosa poco più spesso e strutturato."

E per il rosso? A causa del maggiore contenuto di tannino, Emily suggerisce di abbinare un rosso con un formaggio che ha anche un contenuto di grassi più elevato, qualcosa come Parmesano Reggiano o Gouda. Noci, sottaceti e cracker fanno anche buone scelte, a causa dello stesso rapporto sale, grasso e acidità. Tieni presente che l'intensità del tuo vino dovrebbe sempre abbinare l'intensità del tuo cibo. Emily aggiunge: "Se hai un antipasto di pesce e hai ingredienti davvero leggeri e delicati, non mi abbinerei necessariamente un vino rosso. Vorrei default a qualcosa di simile a un sauvignon blanc, un po 'più leggero e nitido."

Infine, Emily termina con una nota che non possiamo fare a meno di essere d'accordo con: "Il vino è pensato per essere apprezzato, non credo che nessuno dovrebbe pensarci troppo. Innanzitutto, il punto di bere è godersi un bicchiere di vino, quindi, fintanto che ti godi quello che stai bevendo, penso che sia una vittoria."

Acquista gli accessori del vino

Apri del vino in rame | Ciondoli da bevanda numerata | Westie Bottle Stopper | aeratore in bottiglia | Piccolo di formaggio | sottobicchieri di marmo | Bottle Coaster | CHILLER | deposito di vino | occhiali rossi e bianchi | decanter