Come utilizzo il mio mentore?

Come utilizzo il mio mentore?

Ora che hai trovato un mentore, come fai a fare il miglior uso di questa relazione? Idealmente, hai scelto qualcuno che può aiutarti con un aspetto molto specifico della tua carriera invece di aver cercato un guru della vita che stai toccando per l'ispirazione generale. Usci da una relazione di mentoring tanto quanto ci metti, quindi ecco alcune cose da considerare mentre vai avanti con il tuo mentore.

Quante volte dovresti incontrarti?

La frequenza con cui incontrerai il tuo mentore dipende dal tipo di aiuto fornendo e anche da ciò che il tuo programma consente. Le riunioni regolarmente programmate possono mantenere in pista una relazione, ma potresti avere cose che richiedono una visione immediata del tuo mentore. L'aspetto più importante della fissazione di una frequenza di riunione è che le aspettative sono comunicate trasparentemente e concordate da entrambe le parti. Senza impostare le regole di base della frequenza di incontro dall'inizio, corri il rischio che il tuo mentore si senta troppo esteso o sottoutilizzato.

Un buon modo per sollevarlo può essere, ancora una volta, concentrarsi su un progetto o un risultato specifico e negoziare su quell'argomento. “Spero di partecipare a tre conferenze professionali quest'anno per espandere la mia rete e rispolverare le mie capacità di programmazione. Potremmo incontrare un paio di volte durante l'estate per discuterne? Ho un elenco di diversi che sto guardando ma mi piacerebbe sapere che consiglieresti o potresti anche frequentare."

Questo tipo di tee up fa alcune cose per te. Innanzitutto, delinea il tuo obiettivo ristretto e dimostra anche che sei disposto a fare un po 'di lavoro, non tutto il successo del risultato sta incernando sul tuo mentore inventando cose da fare per te. In secondo luogo, stabilisce un periodo di tempo generale (durante l'estate) che il tuo mentore può più facilmente accettare. Infine, hai definito la tua richiesta specifica, che include la loro opinione sul valore delle conferenze che hai selezionato, insieme a un soft-ask per unirsi potenzialmente a loro. Strutturare una proposta di frequenza di incontro simile a ciò ti garantisce che si trovi sia sulla stessa pagina con le aspettative e come andare avanti!

Cosa possono aiutarti?

Quello che stai cercando da un mentore può essere un processo iterativo, in cui fai il brainstorming collettivamente sui modi migliori per sfruttare la loro esperienza e contribuire ai tuoi obiettivi. Ecco un paio di possibili strade:

  • Presentazioni: Sfruttare le relazioni del tuo mentore con altri professionisti è un ottimo modo per ottenere informazioni su una nuova industria o azienda. Ti consigliamo di stare attento che il tuo mentore non si sente come se stessi abusando della loro rete, ma la maggior parte sarebbe felice di broker di presentazioni a persone che ti interessa incontrare.
  • Opportunità di apprendimento: Ripassare le competenze e aggiungere alcuni nuovi biglietti da visita al tuo stack sono solo alcuni dei vantaggi di partecipare a conferenze o eventi del settore. Pulse il tuo mentore per eventi a cui partecipano regolarmente e come bonus, chiedi se potresti essere in grado di unirti a loro!
  • Supporto dinamico sul posto di lavoro: Tenere frustrazioni sotto controllo in ufficio o trovare la tua voce in situazioni di gestione difficili sono cose con cui tutti abbiamo affrontato. Un mentore può essere un ottimo posto per discutere costruttivamente i modi in cui puoi affrontare queste sfide e ispirarti ad essere coraggioso nelle conversazioni cruciali.
  • Equilibrio della vita lavorativa: I mentori sono grandi bacheche per avere una prospettiva sul bilanciamento dei nostri impegni personali e professionali. Gestione del tempo, sistemi organizzativi e come riescono a contribuire ad altre aree come la famiglia, gli amici e gli obiettivi di volontariato sono tutti buoni argomenti di conversazione.
  • Risorse per la crescita: Un mentore le cui competenze tecniche o funzionali ammiri può essere una persona eccezionale per raccomandare pubblicazioni e libri attuali che ti manterranno in cima al tuo gioco, nonché eventuali associazioni o certificazioni professionali che potresti voler prendere in considerazione.
  • Innovare nuove idee: Alcune persone hanno un talento per il brainstorming o la facilitazione delle conversazioni di idee anche quando non sono un esperto nel campo. Se stai cercando aiuto per innovare alcune nuove soluzioni di lavoro, considera di toccare un mentore dai tuoi circoli accademici. Sono spesso in grado di pensare alle cose in modo strutturato e affrontare i problemi come momenti di insegnamento.
  • Abbigliamento delle prove: Avere una grande presentazione, pronto a negoziare il tuo compenso o intervista per un nuovo concerto? Tenere una "prova del vestito" con il tuo mentore è un altro buon modo per ottenere un feedback costruttivo onesto da qualcuno senza interesse nel gioco.
  • Raffinando l'intelligenza emotiva: L'intelligenza emotiva è una componente chiave della leadership e del successo sul posto di lavoro. La lucidatura di queste abilità è importante quanto qualsiasi altro e un mentore può aiutarti a perfezionare il tuo approccio a situazioni controverse, aiutarti a affilare le tue abilità sociali o aiutarti a riflettere su alcune delle vibrazioni non verbali e del linguaggio del corpo che dai spento.
  • Offrire nuove opportunità: Se stai prendendo in considerazione una nuova opportunità di lavoro, il tuo mentore può aiutarti a valutare con cura e obiettivamente i pro e i contro dell'assunzione di un nuovo ruolo. Qui, probabilmente ne trai vantaggio se il tuo mentore abbia familiarità sia con il tuo lavoro attuale che con la società, nonché un'idea di ciò a cui passeresti.

Come puoi restituire?

Il mentoring non è sempre una strada a senso unico! Naturalmente, esprimerai regolarmente la tua gratitudine per il tempo e gli sforzi del tuo mentore, ma pensi anche a modi unici per restituire. C'è una causa che il tuo mentore si preoccupa o un'abilità che potresti aiutarli? Ad esempio, forse la causa volontaria preferita del tuo mentore è cercare mani extra per un evento di raccolta fondi. Offrire di aiutarti non solo ti dà tempo faccia a faccia con lei, ma serve anche ad approfondire la tua relazione e costruire la fiducia.

Rimanere in sintonia con ciò che sta accadendo nel loro mondo ti rende un allievo responsabile e reattivo, il che non è solo fantastico da fare comunque, ma ovviamente li renderà più inclini a continuare ad aiutarti! Uno dei modi in cui ci piace rimanere sia premurosi che in cima ai nostri mentori è quello di e -mail regolarmente e -mail che sappiamo che sarebbero di interesse condiviso o fare un grande argomento di discussione quando li vediamo dopo. È premuroso, impiega due secondi e ti fa sembrare uber preparato e professionale.

Le relazioni di tutoraggio hanno successo quando sono incentrate su un obiettivo discreto e quando l'accordo per rimanere in una relazione viene aggiornato nel tempo. Probabilmente inizierai a vedere se il tuo mentore sta impegnando a impegnarsi in una relazione di tutoraggio più a lungo termine che probabilmente si svilupperà organicamente mentre continuerai a incontrarti. Detto questo, rivisitare i termini iniziali della tua proposta ti fa sembrare professionale e onora il tempo del tuo contatto se i loro impegni e il loro programma sono cambiati.

Per cosa coaching usi un mentore? Come gestisci quella relazione?