Imparare dalla storia lezioni finanziarie per non dimenticare mai

Imparare dalla storia lezioni finanziarie per non dimenticare mai

Il mio primo lavoro fuori dal college è stato come revisore dei conti bancari. I tempi? Non buono. Mi sono ritrovato a controllare gli investimenti durante la crisi finanziaria del 2008. Quello che altrimenti sarebbe stato un lavoro piuttosto secco è stato all'improvviso il focus di un crollo finanziario globale.

Ricordo ancora che il mattutino Lehman Brothers è crollato. Ho attraversato il pavimento commerciale di uno dei miei clienti e l'umore era come se il mondo fosse finito. Ad essere onesti, non ho capito appieno cosa stesse succedendo, o perché, ma sapevo che le lezioni che uscivano da quell'anno sarebbero rimaste con me per la vita.

Mentre la nostra economia e la nostra fiducia sembrano riprendersi dal punto più basso oltre otto anni fa, ci sono alcune lezioni di base importanti che non dovrebbero essere perse. Eccone alcuni:

1. Impara a vivere con meno.

Prima della crisi avevamo visto un periodo relativamente lungo di prosperità finanziaria e sembrava la norma. Le persone vivevano più grandi, in modo più generosamente e si estendevano oltre i loro mezzi. Una delle statistiche più scioccanti da questo periodo di prosperità economica? Il tasso di risparmio personale era inferiore al 2%. Ciò significa che, in media, le persone stavano risparmiando meno del 2% della busta paga che stavano portando a casa, che è il motivo per cui c'era un problema così enorme quando l'economia è andata a sud. Pochissime persone avevano qualcosa in banca su cui ricadere.

Sebbene questo consiglio sia fondamentale e qualcosa di cui leggi in quasi tutti gli articoli finanziari, la recessione ha messo a punto i riflettori: devi vivere con meno di quello che fai e budget, salva e hai un fondo di emergenza per ricadere. Questo è cruciale per la tua stabilità finanziaria personale. Le cose possono andare male inaspettatamente e devi avere un cuscino per proteggerti dall'autunno.

2. Avere un piano di backup.

Durante la recessione molte persone si sono trovate non solo per un lavoro, ma fuori dalla carriera. Le aziende hanno fallito e quelle che sono state in grado di rimanere hanno trovato il modo di fare di più con meno. È stato un vero e proprio occhio per sapere che la sicurezza del lavoro non era un dato di fatto e anche se hai lavorato duramente nel tuo ruolo attuale, nulla era garantito.

La lezione più grande qui è avere sempre un piano B. È spaventoso pensare che il tuo settore attuale potrebbe non essere più fiorente, ma è bello essere preparati per questa situazione. Il mio consiglio? Non lasciare che le tue abilità non si esauriscano. Continuare a migliorare te stesso e costruire conoscenze ti rende molto più commercializzabile quando i lavori evaporano. Puoi prendere lezioni online o in una scuola locale, prendere un hobby in un settore diverso dal tuo o fare volontariato per un'organizzazione che ti interessa. Come bonus, potresti anche scoprire di avere una vera passione o talento per qualcosa di diverso da quello che stai facendo attualmente.

3. Se sembra troppo bello per essere vero, probabilmente lo è.

Come ricordo, proprio prima dell'incidente sembrava che le persone non potessero perdere. I prezzi delle case erano impennati, il credito era facile da ottenere e non c'era fine in vista. Alcuni dei miei amici avevano acquistato più case senza un acconto o un prestito di solo interesse. Altri lo stavano uccidendo con "rendimenti garantiti" sui portafogli di investimento. È stato troppo facile e troppo bello per essere vero e, a posteriori, lo era.

Ciò non significa che devi diffidare di ogni ripresa, ma non innamorarti di soldi facili o rendimenti garantiti. Ascolta il tuo intestino e se dice che qualcosa non va, ascolta.

4. Gli esperti conoscono alcune cose, ma non tutto.

Diamo molto valore alle opinioni degli esperti e di solito, giustamente. Hanno trascorso il tempo per la ricerca, hanno una profonda conoscenza di una certa materia e ascoltiamo le loro opinioni. Li assumiamo per darci consigli, gestire i nostri soldi e poi spesso seguiamo ciecamente ciò che consigliano.

Ma era chiaro che usciva dalla recessione che gli esperti non sapevano tutto. Mettere la tua fiducia cieca in un esperto è mettere il tuo destino nelle mani di qualcun altro. Ascolta i loro consigli, ma assicurati di fare anche la tua ricerca di ricerca al posto di guida quando si tratta di soldi.

5. Non dovresti comprare ciò che non capisci.

Devo ammettere che sono una di quelle persone che controlleranno la casella in termini e condizioni quando acquisti qualcosa di piccolo senza realmente leggerle. (Sono sicuro che molti di voi fanno anche lo stesso.) Ma quando si tratta di un acquisto più grande come una casa? Devi capire esattamente cosa stai acquistando.

Durante la recessione molte persone furono colpite alla sprovvista quando il tasso di interesse sul loro mutuo passava improvvisamente attraverso il tetto e non potevano più permettersi i pagamenti. E capisco perfettamente perché.

Gli acronimi e l'atteggiamento generale occasionale (all'epoca) sui mutui a tasso regolabile e sui pagamenti a palloncini hanno reso poco importante capire la nitidezza di ciò che era incluso nei documenti ipotecari. E a proposito, quei documenti ipotecari non sono davvero ciò che chiamerei leggera.

Ma quando stai prendendo una decisione finanziaria così grande non dovresti esitare a porre tutte le domande di cui hai bisogno per essere sicuro di comprendere appieno tutto ciò a cui ti iscrivi. Proprio come abbiamo imparato alla scuola elementare, non esiste una domanda stupida.

Quali lezioni rimarranno con te dalla crisi finanziaria?