Lezioni apprese dalla terapia delle coppie

Lezioni apprese dalla terapia delle coppie

In questi giorni, la maggior parte di noi è abituata a utilizzare risorse di terze parti per supportare ciò che è più importante per noi. Colpiamo la palestra per prenderci cura dei nostri corpi. Usiamo consulenti finanziari per gestire i nostri soldi, agenti immobiliari per trovare le nostre case, agenti di viaggio per pianificare le nostre vacanze. Esternalizziamo i calendari e le amicizie e i piani dei pasti per le app per smartphone. Tuttavia, quando si tratta della salute delle nostre relazioni, molti di noi sono titubanti a esplorare la terapia come strumento preventivo per i problemi lungo la strada.

Le coppie hanno maggiori probabilità di stare insieme e le loro relazioni hanno maggiori probabilità di avere successo, quando si voltano l'uno verso l'altro invece di lontano.

Perché? Innanzitutto, richiede il nostro tempo limitato tra gli altri obblighi in un mondo che dà la priorità ad essere "pazzo impegnato."Secondo, non è economico; Può essere difficile giustificare la spesa di tre cifre in terapia invece di sfogare gratuitamente un amico o un familiare. Infine, tendiamo a credere che la consulenza sia riservata solo alle persone che hanno seri problemi o a quelle sull'orlo dei principali turni di vita. Direi che la nostra resistenza collettiva alla terapia in generale è il risultato di uno stigma più profondo e di lunga data: siamo riluttanti ad agitare la bandiera bianca fino a quando non è spesso troppo tardi, specialmente quando si tratta di amare.

Ma l'amore e una partnership duraturi richiedono lavoro e, a volte, l'aiuto obiettivo di qualcuno totalmente al di fuori dei nostri ambienti di amici e familiari. Partecipare a una singola sessione di consulenza con mio marito si è rivelato essere uno degli investimenti più preziosi che abbia mai fatto. Ed ecco alcune delle lezioni inestimabili che ho imparato.

Tutto si riduce al rispetto.

Per i primi anni della nostra relazione, io e mio marito abbiamo discusso di un argomento: la religione. Era un fedele ateo che si affidava alla tecnologia e alla scienza; La mia fede mi ha dato un faro di forza e comunità personale. (Nota: per noi, queste differenze non erano make-o-break.) Ogni conversazione sulla religione ha portato a lacrime, sentimenti feriti e un frustrato senso di malintesi da entrambe le parti.

L'amore e la partnership duraturi richiedono lavoro e, a volte, l'aiuto obiettivo di qualcuno totalmente al di fuori dei nostri amici e di famiglia.

La consulenza delle coppie ci ha fornito l'opportunità di condividere le nostre emozioni di fronte a un partito obiettivo e imparziale, il cui ruolo era ascoltare, favorire il dialogo, porre domande e tenerci in pista. Devo ammettere che una piccola parte di me voleva segretamente condividere il mio "lato" in modo che il terapeuta "scegliesse" con la mia versione degli eventi e poi "fissa" il mio partner. (Come puoi immaginare, ho dovuto lasciare andare quell'idea. Si scopre che la terapia non significa vincere.) Abbiamo anche trascorso molto tempo a utilizzare frasi come "Ho sentito dire ..." e "Mi sento come ..." imbarazzante e semi-forzato all'inizio, sì ma altamente efficace.

Parte del nostro problema riguardava anche la narrazione piena di aspettative e ipotesi che avevamo creato per noi stessi e gli altri. Ad esempio, non ho visto il danno in lui unirsi a me per il servizio in chiesa occasionale, mentre si sentiva falso presentarsi a una tradizione in cui non credeva. Pensavo di avere ragione, e anche lui; Mi sentivo solo, e anche lui. Volevo che le mie convinzioni fossero riconosciute, anche se non era d'accordo, e voleva che la sua non credenza fosse riconosciuta allo stesso livello. Mentre parlavamo, è diventato chiaro che ciò che entrambi volevamo soprattutto era sentirsi ascoltato e rispettato. Attraverso la consulenza, siamo stati effettivamente in grado di avere una conversazione produttiva sulla religione, che alla fine ha portato a risoluzioni a lungo termine che sembravano giuste per entrambi.

Piccoli combattimenti nascondono problemi più grandi.

Una mia amica una volta si è lamentata di come lei e suo marito hanno sempre combattuto per la "stessa vecchia merda."Ha detto a sua madre, che ha risposto con una risata:" Tesoro, tuo padre e io abbiamo discusso delle stesse cose di cui abbiamo discusso quando ci siamo sposati per la prima volta trent'anni fa."

Caso in questione: io e il mio partner e io litighiamo su come caricare la lavastoviglie e quale percorso è la strada più veloce a casa, e le probabilità sono, faremo ancora litigare su queste cose tra venticinque anni. Nessuno di questi problemi da soli sembra un grosso problema, ma ho imparato in terapia che argomenti minori in genere nascondono temi più grandi di controversia. Ad esempio, a mio marito piace molto trovare il metodo di azione più efficiente, mentre me ne potrebbe fregare di meno; Quando offre il suo consiglio, di solito lo sento come critica piuttosto che un suggerimento utile.

Parte dell'essere in una relazione implica raccogliere le tue battaglie più e più volte. La terapia può aiutare a identificare i problemi più grandi al di sotto di combattimenti apparentemente piccoli per aiutarti a capire gravi problemi rispetto a piccoli fastidi.

Parte dell'essere in una relazione comporta la raccolta più e più volte le tue battaglie, e la maggior parte delle coppie dovrà affrontare ripetutamente una serie di sfide familiari nel corso di una relazione. La terapia può aiutare a identificare i problemi più grandi al di sotto di combattimenti apparentemente piccoli per aiutarti a capire gravi problemi rispetto a piccoli fastidi. Può anche fornire una nuova prospettiva e aiutare le coppie che si raggruppano in modo ideale molto prima che la "stessa vecchia merda" inizi a erodere le basi di una partnership.

Una buona comunicazione richiede pratica.

Mi piace pensare di essere bravo a comunicare, quindi immagina il mio shock quando il terapeuta ha sottolineato due comportamenti che voleva, ehm, modifica: interruzione e tempismo.

Tendo a pensare a quello che dirò dopo invece di, sai, ascoltando la mia amata. Lo sento andare avanti all'infinito, e non voglio dimenticare le bellissime e ponderate risposte che ho realizzato nella mia mente, e quindi interromero molto velocemente, solo per un secondo. Non intendevo nulla di negativo da esso; Tuttavia, il nostro consulente offriva la sua opinione senza mezzi termini: “Quando interrompi, significa che pensi che ciò che hai da dire sia più importante delle parole dell'altra persona."

Mi sono anche reso conto che in genere ho sollevato conversazioni serie di notte con mio marito proprio prima di andare a dormire. Per me, sembrava un tempismo perfetto. Eravamo già sdraiati a letto, rilassati senza distrazioni-perché non discutevamo di bambini o di denaro o sesso o divisione delle faccende domestiche in quel momento? Tranne che ha preso la visione opposta: una chiacchierata profonda è stata l'ultima cosa in mente prima di andare a Dreamland. Naturalmente, ho combattuto quasi ogni volta che non voleva entrare in una discussione di vita accesa con me.

Yikes, giusto?

Questi esempi da soli possono sembrare abbastanza innocui, ma sono cattive abitudini che, nel tempo, eroderanno le relazioni. Le buone notizie? Le abitudini possono essere cambiate. La cattiva notizia? Per quanto tutti vogliamo credere che le nostre capacità comunicative siano straordinarie, la maggior parte di noi potrebbe usare un piccolo aiuto per migliorare. La consulenza mi ha costretto a prestare attenzione quando ho fatto ricorso a questi comportamenti, in modo da poter mettere in pausa e reindirizzare.

Ci sono volute molta pratica, ma ora, quando faccio allevare le finanze con il mio caro a mezzanotte, posso ridere e dire: “Oh accidenti, è tardi. Possiamo parlarne domani?"E quando sento l'impulso di tagliare mio marito a metà sentenza, ho imparato a trattenermi fino a quando non è il mio turno di pipì.

La connessione è un impegno quotidiano.

La terapia di coppia si sforza di creare una connessione, il che è importante per tutte le relazioni. Sottolinea il valore della verità e dell'unità incoraggiano al contempo l'esplorazione e la crescita personali. Promuove il cambiamento, nel bene o nel male, specialmente quando ci troviamo incapaci o non disposti a sederci attraverso il disagio che un nuovo percorso porta.

John Gottman, professore di psicologia ed esperto di stabilità coniugale, scrive di un concetto chiamato "offerte per l'attenzione."Funziona così: un'offerta è un tentativo da un partner all'altro per una connessione positiva. Le offerte sono in genere molto semplici, come un sorriso o una domanda. Gottman ha scoperto che le coppie hanno maggiori probabilità di stare insieme e le loro relazioni hanno maggiori probabilità di avere successo, quando si voltano l'uno verso l'altro invece di lontano.

Sembra abbastanza facile, ma Gottman insiste altrimenti. Sul suo sito web, scrive: “Perdere un'offerta è di allontanarsi. Allontanarsi può essere devastante, ancora più devastante che rivolgersi o rifiutare l'offerta. Mancare l'offerta si traduce in offerte ridotte, o peggio, fare offerte per attenzione da qualche altra parte."A Gottman, è qui che le coppie vanno male e iniziano a disconnettersi l'una dall'altra, perché mancano le" offerte "quotidiane per affetto, coinvolgimento e impegno.

Cosa c'entra questo con la terapia delle coppie? Bene, il più delle volte, andare alla consulenza è la proposta di un partner, non entrambi. È un'offerta, una richiesta di prestare maggiore attenzione a ciò che sta accadendo nella tua relazione. Inoltre, ciò significa che l'atto stesso di andare in terapia è un'offerta, parlare di terapia è un'offerta, implementare ciò che impari in terapia è un'offerta e così via. Anche se vai solo un tempo come mio marito e mio-consulente hanno il potenziale per servire da svolta nella tua relazione con il tuo altro significativo.

In generale, la terapia di coppia si sforza di creare una connessione, il che è importante per tutte le relazioni. Sottolinea il valore della verità e dell'unità incoraggiano al contempo l'esplorazione e la crescita personali. Promuove il cambiamento, nel bene o nel male, specialmente quando ci troviamo incapaci o non disposti a sederci attraverso il disagio che un nuovo percorso porta. E, soprattutto, supporta la salute emotiva e psicologica di ogni persona nel contesto di una relazione al fine di costruire la forza della partnership nel suo insieme.

Sei stato alla terapia delle coppie? Considereresti di andare?