Bloccato su giovani sezionando la nostra ossessione per la giovinezza e la bellezza

Bloccato su giovani sezionando la nostra ossessione per la giovinezza e la bellezza

Era la vigilia del mio compleanno. Avrei dovuto festeggiare, ma invece ero sul mio letto, temendo l'idea di invecchiare. Il mio migliore amico era con me per il supporto che cercava di convincermi che non ero vecchio, e stavo esagerando. Non stavo ascoltando, e quando l'orologio ha trascorso 12 mezzanotte, ho emesso un urlo angosciante acuto che si è riverberato attraverso la stanza. Avresti pensato di essere torturato. Ma non lo ero. Ero nel mio dormitorio del college. Avevo 19 anni.

Anche allora, ad un certo livello, sapevo che ero completamente ridicolo. Ma non potevo scrollarmi di dosso la mia percezione di ciò che significava essere più vecchi. Non sono sicuro di avere le parole per articolare adeguatamente ciò a cui stavo rispondendo in quel momento, ma mi sento come se stessi perdendo la mia infanzia, la mia giovine Qui.* Avevo interiorizzato l'ossessione della cultura per la giovinezza e la bellezza così con tutto il cuore che volevo essere bloccato in una capsula del tempo della gioventù, ma ancora vivere una vita piena, sana e lunga. Era un pensiero magico al meglio e non sapevo come risolvere questo dilemma se non quello di urlare.

Molti, molti (ahem) anni dopo, faccio ancora fatica a invecchiare, ma ora sono molto più bravo grazie a un piccolo addestramento psicologico, un po 'di saggezza divina e imparare dalle esperienze degli altri con l'invecchiamento. Non sorprende che molte giovani donne si sentano già vecchie e vivono hanno l'impressione che a nessuno si preoccuperà di loro man mano che invecchiano.

Ammettiamolo, la nostra cultura non fa un ottimo lavoro nel valutare gli anziani. Guarda qualsiasi numero di immagini lucide su riviste, giornali, televisione o online. Gli anziani sono notevolmente assenti da loro (traduzione: non esistono). O quando li vediamo, sono spesso presentati in modi sfavorevoli. Quanto è difficile evocare immagini degli anziani e malati gentiluomini in una casa di cura con un deambulatore che dipende dagli altri per i suoi bisogni quotidiani? O la donna anziana con denti mancanti e scarsa coordinazione che dimentica facilmente le cose e si sente solo? Non ti fanno esattamente saltare di gioia alla prospettiva di invecchiare. Mentre è vero che ci sono molte persone anziane che si adattano a queste descrizioni, alla cattiva salute e francamente, una vita povera non è esclusiva per gli anziani, e ci sono molte persone anziane che conducono vite piene e produttive. Sial guardando più da vicino a questo fenomeno in modo da poter evitare di cadere nella stessa trappola che ho fatto.

La contraddizione

"Non importa quanti anni ho, sarai sempre più vecchio di me", ha detto la mia adolescente nipote adolescente. È come se la mia età relativa alla sua fosse una sorta di salvezza che le ha impedito di dover affrontare le proprie ansie sull'invecchiamento. Perché quando era con me sarebbe sempre stata "giovane (ehm)."E essere giovani è tutto. È l'epitome della bellezza, della vitalità e del momento più eccitante della nostra vita.

[Pensiamo] essere giovani è tutto. Che è l'epitome della bellezza, della vitalità e del momento più eccitante della nostra vita.

È quando sogniamo grandi sogni e fantasticiamo sulla grande vita davanti. Solo che non vogliamo muoverci troppo avanti, perché allora non saremmo più giovani, fantasticando sulla grande vita davanti. È un po 'come il Natale. Tutti sono entusiasti del giorno che lo precede, ma una volta arrivato l'eccitazione è finita e molte persone si sentono depresse. Sembra che la speranza e l'eccitazione di ciò che verrà è molto meglio di quando arriva. Questo può essere il motivo per cui romanticizziamo l'inizio della vita ma raramente la fine, e ci sono poche immagini glorificate di come appare la fine. Tutte le fiabe finiscono con "felici e contenti" ma non è molto descrittivo e non lascia un segno indelebile nelle nostre menti.

Quindi cerchiamo di fermare il processo di invecchiamento, un processo che sta accadendo dalla nascita. Solo è biologicamente impossibile da fare. Quindi invece, ci dissociamo da tutte le cose vecchie. C'è un motivo per cui l'industria della bellezza, che ci attira con la speranza dell'eterna giovinezza, è un affare in forte espansione. Adoro i prodotti di bellezza tanto quanto la prossima persona, ma può essere problematico quando consumiamo prodotti come un modo per far fronte alla paura dell'invecchiamento.

La paura non è mai bella e possiamo diventare così preoccupati di rimanere giovani che trascorriamo gran parte del nostro tempo ed energia scappando da un normale processo di sviluppo e ironicamente manchi la nostra giovinezza. Questo è il problema con la paura. Ci spoglia delle nostre vite.

Questo è il problema con la paura. Ci spoglia delle nostre vite ... vivi la tua vita in modo tale che il tuo io più vecchio ti ringrazierà.

Troppi di noi hanno guardato indietro e si chiedevano dove fosse andato il tempo, dove andava la vita perché l'abbiamo spesa nella paura. Mentre le sfide inerenti alla invecchiamento possono sentirsi isolarsi, è qualcosa che tutti dobbiamo affrontare. O invecchiamo o moriamo giovane, e direi che il primo è un'alternativa migliore. Quindi un modo per far fronte a questo dilemma è scegliere di vivere la vita migliore all'età che sei in questo momento. Cinque, dieci, anche venti anni da ora puoi guardare indietro con rammarico di non aver vissuto la tua vita più pienamente, oppure puoi guardare indietro e dire "Vivevo."Cosa vuoi che il tuo io più anziano dica di te adesso? Vivi la tua vita in modo tale che il tuo io più vecchio ti ringrazierà.

Il mito di "loro"

Da bambini tendiamo a glorificare l'età adulta. Oh, avere la libertà di poter stare sveglio fino a tardi, mangiare quante caramelle che vuoi e indossare tutto ciò che vuoi. C'è l'idea che quando diventi un adulto, sai cosa stai facendo, hai le risposte e hai questa cosa che tutto ha funzionato. Ma queste idealizzazioni non si limitano all'infanzia. Da adulto, prima di diventare un genitore, ricordo di avere una vista molto rigida su ciò che significava essere una madre. Sembrava così distinto e non me, eppure pensavo che mi sarei trasformato in tutto l'altro essere quando ero pronto per avere figli. Spesso pensiamo che ci sia una discontinuità tra la nostra identità e i ruoli che ci aspettiamo di assumere fino a quando non siamo effettivamente in quei ruoli. Quindi arriviamo alla rivelazione scioccante che siamo ancora noi.

Per fortuna sono maturato molto da quando avevo 19 anni, ma molte parti di me sono ancora io, e il mio io di 19 anni avrebbe sicuramente riconosciuto le mie idiosincrasie. E sì, ora sono una madre ma non mi sono miracolosamente trasformato nella persona eccessivamente comprensiva che ho immaginato. Mi sento ancora frustrato quando mio figlio chiede la stessa cosa di molta cosa, Dio lo benedica. E se tutto ciò è vero, allora sono il mio io di 65 anni, solo più giovane e meno esperto. Tuttavia, la nostra cultura certamente fa la sua parte per promuovere la percezione che gli anziani siano una popolazione distinta completamente diversa da noi, una popolazione la cui vita è sostanzialmente finita. Mentre si parla biologicamente, le persone anziane possono essere più vicine alla fine della durata della vita di tutti noi, non significa che non abbiano nulla da godere della loro vita. E scontarli come membri obsoleti della società è disumanizzante e intensifica le nostre paure di essere uno di loro.

Man mano che la nostra paura cresce, la nostra simpatia diminuisce e guardiamo l'invecchiamento come qualcosa da evitare, licenziare e persino cancellare. Pertanto, siamo propensi a sentirci meno apprezzati con ogni età e non possiamo godere del processo di crescita. Non compriamo il concetto di "loro", così possiamo apprezzare più appieno noi stessi ora e in futuro.

Una prospettiva equilibrata della bellezza

La giovinezza è bellissima. Ma nessuna fascia d'età ha il monopolio della bellezza. Mi sono imbattuto in alcune donne anziane molto belle. E chiaramente non è stata la loro giovinezza a renderli belli. Erano loro, le loro caratteristiche e il modo in cui si trasportavano.

Sono tutto per migliorare e preservare i nostri look il più a lungo possibile, ma il nostro aspetto fisico è cambiato dal giorno in cui siamo nati e mentre possiamo rallentare il processo di invecchiamento, non possiamo fermarlo. Tenere la nostra giovinezza è molto simile a un bambino che si aggrappa alla sua bottiglia. È destinata a rimanere delusa. COSÌ

Diventa problematico quando attribuiamo così tanto valore a qualcosa che sta cambiando.

L'età non è tutto ciò che siamo e la bellezza è molto più che look. Una persona sui 20 anni può sentirsi poco attraente mentre qualcuno sulla 40 anni potrebbe sentirsi al contrario. La differenza tra le due prospettive potrebbe non essere una discrepanza nel loro aspetto, ma nella loro immagine di sé. A differenza del processo di invecchiamento, la nostra immagine di sé e la nostra percezione di sé sono cose che possiamo cambiare. Possiamo migliorare il modo in cui ci vediamo vivendo pienamente e creando esperienze significative. E così facendo, ci facciamo apparire meglio. Sì, essere giovani è una risorsa preziosa ma rimanere bloccati non lo è. La miseria inizia a indossarci e iniziamo a invecchiare con infelicità e una vita di desiderio, desiderio e rimpiangere. La vita è piena di guadagni e perdite e man mano che invecchiamo perdiamo la nostra giovinezza ma diventiamo più di ciò che siamo e la nostra prospettiva sulla vita, l'età e la bellezza.

Certamente non ho dilemma di questa età tutto elaborato, ma so che mentre sviluppiamo una prospettiva più equilibrata di invecchiare, che ci consente di essere più aperti ai cambiamenti che la vita porta, allora possiamo essere liberi di essere. E questo è sempre bello.