Che relazione violenta mi ha insegnato sull'amore

Che relazione violenta mi ha insegnato sull'amore

Cos'è la vita? Sono i momenti in cui il destino ha creato, come un collage che ci lancia tutti insieme, adattando pezzi di puzzle in luoghi corretti. A volte è uno di quei puzzle di dimensioni dei bambini che sono facili da mettere insieme; A volte è un puzzle di 1.000 pezzi davvero complicato con un cielo blu che domina l'immagine. In questi fai molti errori, cercando di mettere insieme pezzi che non corrispondono. Ma quando quel puzzle è finito, è sempre l'immagine più bella.

Era il 2009. Si è seduto sopra di me, sorridendo. Non un sorriso amorevole; È stato un ghigno malvagio come potresti vedere sui cattivi in ​​un film di supereroi. Il mio respiro era superficiale e mi sentivo come se un mattone fosse sul mio petto. Ultimamente, la sua presenza fisica mi ha causato ansia. Avevo camminato su gusci di uova, senza mai sapere quando avrebbe potuto scattare. Sarebbe irritato da qualcosa che ho detto? Sarebbe arrabbiato per aver cucinato qualcosa che non gli piaceva? Sarebbe infastidito dal fatto che avessi masticato il mio cibo troppo forte?

L'ho implorato di lasciarmi alzare, ma mi ha tenuto le braccia, scavando i gomiti negli avambracci. Si teneva un cuscino sopra la testa e io gli fissai in puro terrore. Una volta gli avevo detto che ero claustrofobico e odiavo avere cose sul viso. Da allora in poi, pensava che fosse "divertente" coprire il viso o la testa con le cose.

L'ho implorato di smettere, mi supplicava di lasciarmi in pace. Le lacrime mi sono venute dagli occhi, pruriginosi mentre mi scorrevano lungo il collo. Mi ha spinto il cuscino in faccia. Trattenuto e incapace di respirare, ho usato il mio unico respiro per urlare il più forte possibile, ma è stato smorzato dal materiale sopra la mia bocca. Il sangue mi ha colpito nelle orecchie e la mia gola sembrava strappata. Non avevo mai sentito una tale perdita di controllo. Nella parte posteriore della mia mente, ho pensato a come ero arrivato lì.

Ultimamente, la sua presenza fisica mi ha causato ansia. Avevo camminato su gusci di uova, senza mai sapere quando avrebbe potuto scattare.

Le bandiere rosse non sono apparse immediatamente, anche se avrei potuto essere troppo giovane per notarle. Ci siamo incontrati quando avevo 17 anni e mi ero appena trasferito a Quito, in Ecuador. Sentendomi vulnerabile, spaventato e solo, stavo cercando qualcuno che mi dava una sensazione di sicurezza nel paese straniero in cui mi sono trovato. A poche ore al nostro primo appuntamento, ha chiesto di non vedere altre persone. Mentre i giorni indossavano mesi, mi mostrò chi era veramente e mi perdevo lentamente.

Quali lezioni ho imparato da quella relazione con Javier? Non lo chiamo "la mia relazione" perché per fortuna non lo possiedo più, nemmeno in passato. Ora è solo una cosa per me, come un'arancia o una penna. Ma le lezioni che ho imparato mi hanno seguito nella mia vita e nelle mie relazioni attuali.

1. Nessuno può decidere come ti senti con te stesso o chi sei come persona, tranne te

Una delle parti peggiori dell'essere in una relazione violenta è la sensazione che stai perdendo te stesso, pezzo per pezzo. La mia autostima è stata la prima e la cosa più grande che ha avuto un successo.

Era il 2010. Stavo cercando qualcosa da fare e in qualche modo per conoscere le persone in città, quindi ho iniziato uno stage in un club per espatriati. Conoscere altri viaggiatori, lavorare su progetti e conoscere altre culture mi ha dato un senso di appartenenza e felicità. Il mio capo mi ha chiesto se mi dispiacerebbe ospitare un quiz di pub in un bar una notte, e dopo aver sentito questo il mio ragazzo ha detto che mi avrebbe guidato lì e sarebbe rimasto a guardare. Non si era affatto interessato al mio nuovo lavoro, quindi ero felice che finalmente fosse stato di supporto.

Abbiamo guidato all'indirizzo che il mio capo mi aveva dato ma non ho visto nessun bar in giro. All'improvviso il mio ragazzo mi scattò: "Sei così stupido, perché non hai confermato l'indirizzo?"Abbiamo guidato per altri 10 minuti mentre mi sono sempre più arrabbiato che sarei stato in ritardo e ha urlato di quanto fosse ridicolo che non riuscivo a capire un semplice indirizzo.

Alla fine abbiamo deciso di tornare a casa e stavo piangendo. Mi ha rimproverato per aver pianto e mi ha preso in giro crudelmente di comportarmi come un bambino. Quando siamo tornati a casa, sono andato a letto e ho pianto mentre cercava l'indirizzo corretto online e mi diceva che stavamo andando. Sono andato per obbligo solo per il mio lavoro e ho dovuto stare di fronte a 30 persone a leggere domande di quiz mentre mi urlavano per non parlare abbastanza forte. Alla fine della notte, ero caduto in un buco così profondo che non ero sicuro che la mia autostima si sarebbe mai ripresa.

Guardando indietro a quella notte, mi rendo conto di che colpo era, e che era solo uno dei tanti pezzi che avrei perso di me stesso. Ma, mentre sono cresciuto e ho rimesso i pezzi, mi rendo conto di avere sempre il potere di amare me stesso, indipendentemente da come ha recitato. Mi viene in mente ciò che Glinda ha detto a Dorothy Il mago di Oz, “Hai sempre avuto il potere mia cara, dovevi solo impararlo da solo."

Mentre sono cresciuto e ho messo insieme i pezzi, mi rendo conto di avere sempre il potere di amare me stesso, indipendentemente da come ha recitato.

2. L'abuso arriva in molte forme, può essere fisico ed emotivo

L'urlo è sempre stata la parte peggiore del suo abuso, e fino ad oggi rumori forti mi hanno messo al limite. Il peggio è arrivato un giorno in cui stavo cercando ancora una volta di fare qualcosa per farmi sentire bene.

Era il 2011. Avevo iniziato ad allenarmi per una maratona, sperando che mi avrebbe aiutato a costruire la mia fiducia e a darmi qualcosa su cui lavorare (c'era un modello di questo durante la nostra relazione prima che mi rendessi conto che era il problema). Quando ho menzionato per la prima volta la maratona, mi ha riso in faccia e mi ha detto che non potevo correre così lontano e che era uno spreco di denaro. Non avevo mai corso più di un miglio in tutta la mia vita. Ho iniziato a correre al parco; La prima volta che ho dovuto camminare dopo solo 1 km. Ma, dopo due mesi di pratica, potrei correre 10k senza fermarmi. Javier è sempre stato un corridore veloce, e una volta che ha visto quanto ero serio, ha deciso che avrebbe fatto la maratona con me. All'inizio sono rimasto deluso, dato che volevo che fosse solo per me. Ma in seguito ho pensato che potessimo fare qualcosa insieme, e dato che eravamo stati così infelici, speravo che ci avesse avvicinato.

Solo pochi giorni prima della maratona, stavamo tornando a casa dal parco quando annunciò che non stava più facendo la maratona perché sua sorella stava visitando e voleva trascorrere del tempo con lei. Ero arrabbiato e deluso, e si arrabbiò. Mi ha urlato; Mi ha detto che non tutto riguardava me e che una stupida maratona non era importante. Si fermò per urlarmi di più finché non uscii dalla macchina piangendo. Quando sono tornato a casa, si è comportato come se non fosse successo nulla.

L'abuso emotivo è ancora abusi e il pedaggio che mi ha richiesto mentalmente mi colpisce ancora fino ad oggi.

3. Il controllo non è amore, in nessuno dei suoi travestimenti

Ogni volta che sento qualcuno dire le parole "zitto", penso a lui.

Quando alcuni vanno "shhhh", penso a lui. Cercando di zittirmi.

Ci sono sempre persone in questo mondo che cercheranno di zittirti, ma poi la parola chiave qui è "prova."Possono provare, ma questo significa solo che devi parlare un po 'più forte.

Non mi ha sentito quando ho urlato così forte la mia voce è diventata rauca, ma mi ha sentito quando l'ho lasciato. Era tutte orecchie quando gli ho detto che non mi avrebbe mai più visto. All'inizio, sapevo che differivamo solo su quali cibi ci piacevano mangiare perché provenivamo da culture diverse. Ma, col passare del tempo, la sua attenzione era costantemente sul mio cibo e sul fatto che non era "sano."Niente che ho mangiato era considerato sano (anche verdure crude) e tutto ciò che mi metto in bocca era un problema per lui.

Non mi ha sentito quando ho urlato così forte la mia voce è diventata rauca. Ma mi ha sentito quando l'ho lasciato.

Cucinare è una delle mie più grandi passioni e quando ho iniziato a prepararlo c'era sempre un problema. Niente aveva un buon sapore e sarebbe diventato irato ogni volta che gli metteva qualcosa in bocca che non gli piaceva. Sono diventato frustrato, cercando costantemente di trovare cibi che considerava sani. Sono diventato ossessivo per la mia dieta e andavo a cuocere di fast food ogni volta che non era in giro solo per dispetto.

Una persona violenta ti dirà sempre che è per il tuo bene che controllano tutto ciò che mangi, dire, indossare e fare, ma non è assolutamente.

4. Se non puoi essere te stesso in una relazione o se stai "camminando su gusci d'uovo" intorno a qualcuno, non va bene

Ero costantemente fatto sentire come se tutto ciò fosse sbagliato, sia culturalmente che personalmente. La sua famiglia mi guardava sempre come se fossi da un altro pianeta e non avevo mai avuto alcun desiderio di conoscere chi ero o da dove venissi se fosse diverso da loro.

Era il 2013. La nostra relazione mi stava facendo cadere così tanto che ho cercato ancora una volta di trovare qualcosa per farmi sentire meglio e darmi un po 'di auto-focus tanto necessario. Ho deciso che sarei andato al negozio d'arte e comprare alcune forniture per iniziare a dipingere; La pittura e il disegno erano sempre stati uno dei miei punti creativi preferiti. Javier decise che voleva venire al negozio d'arte con me, il che mi preoccupava perché si stava già comportando strano. L'umore che era in mettermi al limite, poiché sapevo che si sarebbe scattato ogni secondo.

Quando siamo arrivati ​​al negozio ha iniziato a camminare mentre cercavo la vernice giusta. Dopo solo due minuti di ricerca, è apparso alla mia spalla e mi ha fatto scattare per aver preso così tanto tempo. Gli ho detto che questo era importante per me e che potesse andarsene se voleva. È diventato più arrabbiato e ha iniziato a urlare contro di me in pubblico, mentre la gente fissava.

Sia che volesse dipingere, chiedendo cosa voleva a colazione, volendo che celebrasse davvero il mio compleanno o semplicemente avesse una normale conversazione su una passeggiata nel parco, non ho mai saputo cosa lo avrebbe messo fuori. Sentirsi come se ogni piccola cosa potrebbe farla fuori qualcuno o farli urlare contro di te e preoccuparti di ogni piccola cosa che fai o che dici non è salutare per te o in una relazione.

Sentirsi come se ogni piccola cosa potrebbe farla fuori qualcuno o farli urlare contro di te e preoccuparti di ogni piccola cosa che fai o che dici non è salutare per te o in una relazione.

5. L'amore dovrebbe sollevarti, non strapparti

Quando incontri qualcuno e diventano un appuntamento fisso nella tua vita, che sia buono o cattivo, penso che tutti inevitabilmente guardiamo indietro e ci chiediamo cosa sarebbe successo se non li avessimo mai incontrati.

Nel 2015, mio ​​marito Jan e io ci siamo incontrati in Ucraina e abbiamo fatto un viaggio insieme in Italia per il nostro secondo appuntamento. Ci siamo incontrati in una stazione ferroviaria a Milano, nervoso e incerto. Avevo ancora un'ora prima di incontrarlo, quindi ho deciso di sedermi vicino all'area degli arrivi. Ho visto questo vecchio vecchio nervosamente in piedi lì, guardando attraverso la porta con uno sguardo apprensivo sul suo viso. Sapevo chi era sua moglie prima ancora che si avvicinasse a lui; Lo sguardo sul suo viso è qualcosa che preserverò per sempre nella mia memoria. I suoi occhi scintillavano come Kris Kringle alla vigilia di Natale e il suo sorriso aveva abbastanza energia per fornire elettricità per l'intera Manhattan. Sua moglie si avvicinò a lui e lui le afferrò delicatamente il viso e le diede un bacio. Quindi le prese il braccio e lo allacciava attraverso il suo, si voltò e uscì dalla stazione ferroviaria con l'orgoglioso aspetto di un bambino che ha appena imparato a dire i suoi ABC.

L'amore è una cosa folle. Questo sconosciuto, questa persona che è entrata nella tua vita con un semplice saluto, ora ha il potere di influenzare il modo in cui ti senti in qualsiasi momento.

Ci sono così tante volte nella vita in cui ci fermiamo e contempliamo il passato, chiediamo cosa porterà il futuro e cerchiamo di capire cosa fare dopo nel presente. Questa contemplazione dura solo pochi minuti prima di trasferirti nel futuro ad ogni passo che fai, cavalcando la giostra o le montagne russe della vita fino a quel prossimo momento in cui guardi la finestra o fissate una bella vista e contempla ancora una volta. Mio marito mi fa sentire come se potessi fare qualsiasi cosa, e mi ha mostrato cos'è il vero amore. Una relazione amorevole è consentire a due personalità uniche di unirsi e dire: “Cosa posso imparare da te? Come possiamo migliorare la vita reciproca? Come possiamo renderci felici, più soddisfatti e più supportati nella vita?"

È vero che non dovresti mai chiedere a una donna in una relazione violenta perché è rimasta - è un insulto. Se non sei nella relazione, allora non hai diritto. Non puoi uscire da una relazione con qualcuno del genere finché non fai la scelta da solo.

È vero che non dovresti mai chiedere a una donna in una relazione violenta perché è rimasta, è un insulto.

Fino a quando non vedi cosa c'è di così sbagliato, finché non ti rendi conto che il dolore nervoso nello stomaco, i denti a griglia e la tua paura di ogni forte rumore non è normale; Finché non ti rendi conto che il modo in cui parlano con te non è normale e non è amore; Finché non ti rendi conto che tutta la tua vita viene controllata e manipolata da qualcun altro, non puoi andartene.

Ma ora, posso ringraziarlo per essere così debole che mi ha mostrato la vera forza che è dentro di me, per avermi dato qualcosa da elevarsi sopra e per avermi motivato a dimostrare di aver sbagliato tutto ciò che mi ha fatto sentire. Mi ha mostrato cosa non è il vero amore.

Aiuto.Org dice: “Quando le persone pensano all'abuso domestico, si concentrano spesso sulla violenza domestica. Ma l'abuso domestico include qualsiasi tentativo di una persona in una relazione intima o un matrimonio per dominare e controllare l'altra."

Ecco alcuni segni che potresti essere una relazione violenta:

1. Ti senti come se stessi "camminando su gusci d'uovo"

Il modo più semplice in cui posso descrivere la relazione offensiva in cui mi trovavo è che mi sentivo come se stessi "camminando su gusci d'uovo". Non c'è mai stato un momento in cui mi sono sentito a mio agio o non mi sono preoccupato per il prossimo momento che potrebbe scattare o arrabbiarmi con me.

2. Ti senti pazzo e stai chiedendo cos'è la realtà

Psych Central dice: "Avresti potuto giurare di averti insultato, ma ora ti sta dicendo, con fervore, che hai frainteso quello che ha detto. Inizi a dubitare della tua percezione della situazione. Questo è Gaslighting. Può essere applicato a una serie di situazioni. La formula è che la persona violenta ha fatto qualcosa per ferirti e poi lo nega. Di conseguenza, inizi a dubitare del tuo senso della realtà."

3. Il tuo corpo e l'intuizione ti stanno dicendo che qualcosa non va

Ogni volta che il mio ex fidanzato iniziava a irritarsi, o se fosse di cattivo umore, i miei palmi sudavano, avrei iniziato a tremare e il mio cuore correva. Il mio corpo aveva una risposta stressante a lui e ne non ne ero nemmeno consapevole. Se il tuo corpo e la tua mente ti dicono qualcosa che "non è giusto", non ignorare quella sensazione, esplorala.

Se hai stabilito che potresti avere una relazione violenta, è importante chiedere aiuto immediatamente. Se non ti senti a tuo agio ad aprirsi a un membro della famiglia o agli amici di fiducia, visita https: // www.thehotline.org o chiamare la hotline nazionale di violenza domestica al numero 1-800-799-7233.